1 — 3
FOTOGRAFIA
FOTOGRAFIA • RITRATTO • MODEL • CHIARA LAMESTA

LINGUAGGIO DEL CORPO, LA PAURA E LA MANIPOLAZIONE

Trasmettere uno stato d'animo attraverso la danza, espressioni del viso.
La metafora che sta alla base di questo progetto è una rete di fili che circonda il soggetto, essi rappresentano tutti i fattori esterni che condizionano, manipolano e legano lo stato della persona, il percorso fotografico è quello di rappresentare la paura e le sue emozioni intrinseche che la vita esterna provoca sul soggetto, al fine di liberarsene ed essere i veri vincitori di se stessi, superare il giudizio degli altri, ed acquisire autostima.

Linguaggiodel corpo - manipolazione

Manipolati dall' esterno

La presa di coscienza di questo stato si trasforma in rabbia con la conseguente voglia di liberarsi da ciò che ci opprime e ci tiene legati.